Giorno 11 “Il pestifero e contagioso coronavirus”

Da parte di una cara mica

Vivo sola, o meglio con il mio cagnolino e per fortuna che c’è lui perché altrimenti mi sentirei estremamente sola e dovrei fare molti conti con la solitudine. Pago il mutuo tutto da sola sia della casa che dei mobili che ho voluto acquistare io e che mi piacciono da morire. Spero che con il lavoro si sistemi tutto e spero di continuare a potermi nobilitare e di mantenere la mia autonomia e quella del mio cane.

Mi scoccia il fatto di rimanere a casa, non mi serve fare chissà cosa, non è necessario andare a ballare o a cena. Mi basterebbe un caffè. Qualche ora per conversare, quanto darei per un abbraccio a chi voglio tanto bene.

Per fortuna non è successo nulla ai miei parenti più stretti o alle mie conoscenze e sono molto preoccupata. Mia nonna vive in Albania da sola, fortunatamente mia mamma la chiama tutti i giorni e le consiglia di rimanere a casa.

Quello che mi rimane per un poco di effervescenza, per mettere un poco di pepe nella vita, è andare a fare la spesa. Organizzo le spesate di gruppo tra amici, andiamo tutti assieme allo stesso momento così almeno possiamo vederci e fare due chiacchiere. Stare vicini a distanza di sicurezza per riempire il tempo e vedere le persone care dal vivo aldilà dallo schermo. Ho un poco di paura per i poliziotti ma ne vale la pena rischiare perché vederli è una ventata d’aria fresca nella mia monotonia. Oggi sono perfino finita a bere una birra con un conoscente nel parcheggio del supermercato( a distanza di sicurezza ovviamente).

I gossip mi stuzzicano ed in questo periodo i fuggiaschi disperati e accecati dalla passione, spinti dai frutti proibiti, infrangono le regole e fanno subito notizia. Come non raccontare in una videochiamata della scappatella di questo o quest’altra. Quanto ho bisogno di uno scappatella per sfogarmi.

Nel tempo libero ho riscoperto la cucina e quanto è bello prendersi cura di se, tutto parte dal cibo. Oggi ho cucinato una focaccia che è uscita soffice come lastra di legno e gustosa come un cacciavite. Però le tagliatelle di qualche giorno fa erano proprio buone.


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...