Giorno 18 “Intoccoronabili”

Cario diario oggi è stata proprio una bellissima giornata, piena di emozioni e per questo la ricorderò per sempre. Stamattina  mi sono alzato come sempre presto senza il minimo problema e mi sono precipitato alla finestra per conoscere il tempo. Come dievano le previsioni il sole era raggiante pronto a scaldare le nuvole e inondare di colore il mondo. Ho aperto la finestra ed un vento frizzante mi è entrato in camera senza bussare. Finalmente è il mio giorno di riposo e posso godermi tutta la giornata come voglio io, senza impegni accademici ( che ultimamente mi stanno sfiancando) e ne lavorativi. Prendo su la bici e parto. Sentieri sterrati e scoscesi, tra le vigne e gli uliveti. Tra un passo di catena e l’ombra di un grande albero secolare raggiungo il lago. Lo circumpedalo tutto quanto senza fatica alcuna, il tempo e l’adrenalina sono a mille, avevo proprio voglia e bisogno di momenti come questi. Faccio solo una sosta, per pranzare ed ingerisco avidamente ogni pesciolino di lago del mio fritto misto mentre osservo i fortunati che boccheggiano e sono ai miei piedi anzichè tra le mie guance. Raggiungo il lungo lago pieno di locali e qui è il mio punto d’arrivo. Mi aspetta una persona importante per condividere un pirlo. Il contenuto passa atraverso le nostre bocche per finire tra le nuvole. Si specchiano nel lago mentre noi sommessamente le contempliamo, si piacciono, ci piacciono. Saluto al sole e mi butto in doccia. Per cena ho un impegno, non rimango a casa, una persona speciale mi aspetta. Ci mangiamo con gli occhi mentre assaporiamo cibo etnico mai provato. Passeggiamo mano nella mano tra le strade che tanto mi affascinano, per i vicoli che trasudano storia con i muri che raccontano favole a momenti surreali. Finiamo appallottolati con le coperte senza sapere chi sono io chi sei tu. Ci siamo uniti e disgiunti così tante volte da non avere più un io personale. Finisco seduto sullo schienale del letto, la luna che mi guarda, in mano un libro di poesie di Tagore, nel fianco il tuo respito, il bicchiere di vino sul comodino. Buona notte.


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...