Giorno 21 ” Parerga e paracoronema”

Ahh la notte,

dei pensieri dimora per i tormentati,

angosce e sussulti che placidi sbuffano,

ad occhi aperti

l’accolgono e se ne accomiatano.

Ahh la notte,

sarcofago d’incanto, carillon mordente

scuote rami posa fogliame sulle pagine

divien arte,

per il poeta nettare vitale.

Notte che tutti circondi

ogni cosa diviene uguale

la vera essenza è da assaporare

levi il velo e non nacondi.

ciò che il giorno definisce

tu smonti, disgreghi e mescoli

ogni cosa un’altra pare,

la regione o l’illusione che scompare?

Nella notte si può disegnare

è tutto li, basta sognare.

 

 

 


2 risposte a "Giorno 21 ” Parerga e paracoronema”"

  1. Ah, la notte
    annullarsi per dimenticare
    non sognare, non vedere, non pensare

    Ah la notte
    che ti accoglie ancora
    è ancora buio, spalanchi gli occhi
    pensi, vedi, il sogno è realtà

    Si riciabatta in pochi metri quadri
    fare per non fare
    leggere parole latine scritte da mani adolescenti
    di volti bruzzolosi

    Ti saltano nell’iride
    e s’allungano per innumerevoli volte
    copiate, riprese, incollate
    forse loro comunicano ancora
    forse sono ancora vivi

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...