-7 “Con me e senza di me”

Oggi mi sento particolarmente santone, sapete quelli con i rasta il pallino rosso in fronte e la tunica se così si chiama color arancione che copre gambe e mezzo busto. Potrei iniziare da stamattina a parlare di questo argomento proprio perchè stamattina facendo qualche ricerca mi ha un pò catturato il mondo olistico. Potrei partire da mia mamma che per quanto pazza possa sembrare in realtà è quasi un esperta di pratiche praniche, che è una cosa molto poetica, essere esperti di tecniche per l’uso e la manipolazione del soffio vitale. Partirò invece dalla seconda settimana del primo anno di università. Era un giorno come un altro, avevo finito i corsi, mi ero trovato con i compagni e gli amici anche loro pendolari fuori dall’aula e ci eravamo recati verso la stazione per prendere i vari treni che ci avrebbero finalmente portati a casa. Discutevamo delle lezioni e dei professori, l’ambiente accademico ci affascinava tanto quanto ne eravamo intimoriti, giovani alle prime armi un pò indecisi sul da farsi ma sicuri di voler fare qualcosa. Tanto indecisi che i più lasciarono la strada di lì a poco e si persero i contatti, ma questa è un’altra storia. Eravamo tranquilli e chiacchierare mentre ci dirigevamo quando notiamo i soliti giovani che per qualche spicciolo elargiscono volantini di nuove aperture. Tutte le mattine e tutti i pomeriggi almeno uno era lì ad aspettarti per fare il passa mano di carta appena stampata, dalle sue mani alle tue per giungere in pochi secondi (nei quali nessuna attenzione veniva prestata) nel cestino della carta. Anche quel pomeriggio erano li ad elargire qualcosa ed io stufo (nonostante le sole due settimane di frequentazione avevo già capito l’inutilità di quei volantini, non che ci volesse molto a farlo) mi ero proposto di non accettarlo, sarebbe stato inutile. Avvicinandomi vedevo che però il formato del foglio era differente e anche i ragazzi lo davano in una maniera particolare, erano più interessati loro nei modi di fare e accattivanti i gesti, tanto da destarmi curiosità. Così mi avvicinai presi il foglio e lessi una frase indecifrabile: “nam myoho renge kyo”. Era il mantra di una meditazione, quei ragazzi distribuivano mantra. Da quel giorno quella frase è diventata un pò il motto. Mi sembrava di essere destinato a lei, mi ha aiutato molto nel corso del tempo. Prima degli esami era il mio spauracchio per potermi tranquillizzare, prima di qualcosa di stressante me lo ripetevo e ripeto tutt’ora finchè non mi rilasso, è una tecnica di meditazione che ha un effetto molto forte su di me. Mi permette di concentrarmi nel presente quello che nella cultuta olistica è chiamato: qui e ora. Mi permette di lasciarmi scivolare addosso le cattive sensazione acquisendone di buone per poter superare il momento critico. Da quel giorno di ormai 5 anni fa io ho questo mantra come motto di vita. Pensare che è anche uno dei mantra più importanti e profondi tra tutti. Questo mantra rappresenta l’invocazione del sutra del loto che è a sua volta il fondamento di alcune scuole buddiste asiatiche, e per le altre è ritenuto uno dei più importanti. La frase è l’emblema che sintetizza tutti i suoi insegnamenti ed ha azione sulla vita di colui che recita, in termini riflessivi; questa invocazione è rivolta a se stessi. Non è l’oggetto in sé (l’nvocazione a qualcosa o per qualcosa) ad essere venerato, bensì è la propria vita; l’unico mezzo attraverso il quale il praticante può raggiungere i propri obiettivi, infatti, è la propria azione, compiuta con la consapevolezza della legge di causa ed effetto. Io venero me stesso e mi ammonisco e ricordo che essere me deriva da me, dalle mie scelte e le mie non scelte che sono tutte estensioni di me.


Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...